Fotografo Matrimonio: l’ingrediente segreto

Negli ultimi tempi ne ho sentite molte sulla fotografia di matrimonio e dai fotografi di matrimonio…
Ho tante stagioni alle spalle di matrimoni ho visto passare tanti colleghi, alcuni delle meteore altri dei professionisti affermati che sono riusciti a creare dei veri e propri piccoli imperi nella fotografia di matrimonio. Ognuno di loro mi ha insegnato un segreto che ha fatto si che la mia longevità come fotografo di matrimonio stia diventando leggendaria.

Ho visto fotografi di matrimonio fanatici dei contest, altri dell’attrezzatura che ti fanno dei pippoloni imbarazzanti su macchine e ottiche, altri che sanno tutto di post produzione, altri ancora che sono addicted di workshop, altri che provano a differenziarsi inventandosi un personaggio o riesumando vecchie macchine fotografiche perchè fa figo altri usano parole come reportage, storytelling, fashion, lifestye o creative wedding photography altri ancora nascondono il loro invecchiamento dietro la parola Maestro i più meschini sparlano degli altri e cercano di fare cartello con accondiscendenti emuli o wedding planner…

Tutti bene o male hanno cercato di venire a fotografare matrimoni sul lago di Como che con le sue ville (Balbianello,Carlotta,Geno,Teodolinda,Leoni) o gli alberghi (Serbelloni,Tremezzo,Villad’Este,Casta Diva) ha stregato migliaia di stranieri questo mi ha permesso di incontrarne molti.

Alcuni fotografi di matrimonio hanno un ego imbarazzante altri sono dei gran lavoratori ma pochi hanno l’ingrediente che serve a raccontare un storia di matrimonio, l’ingrediente segreto per un fotografo di matrimonio è l’amore.
Amore per una famiglia che nasce e per creare un nucleo di memorie che diventerà storia personale delle coppie che si fotografa.
Se si fotografa per vanità o per avidità (molti oggi entrano nel campo della fotografia di matrimonio attirati da presunti facili guadagni) si faranno, magari,  delle belle foto ma sempre uguali: senza anima.
La cosa che più mi piace è entrare in contatto con gli sposi sentire i loro desideri i loro sogni e trovare coppie innamorate non che vogliono fare delle pacchianate modello Disneyland per vantarsi con i conoscenti una volta tornati a casa.
Adoro i momenti intimi in cui la sposa e lo sposo si giurano fedeltà eterna e di aiutarsi nei momenti di  difficoltà…
Avendo passato da un pezzo la metà delle mia vita ed avendo viaggiato a lungo in paesi difficili so qual’è il valore di una stretta di mano, di un pezzo di pane condiviso di un sorso d’acqua offerto, di un bacio, il vagito di un bambino nato o salvato dalla malaria, riabbracciare i miei cari dopo lunghe assenze… Ecco cerco quelle piccole cose che mi possano far sperare in un mondo migliore… Penso sempre: “nasce una coppia piena d’amore, darà i suoi frutti, genitori felici fanno figli felici e il mondo sarà un posto più bello”.

Essere delle persone felici, crescere e amare le storie che raccontate questa è la cosa più importante
Poi verranno i riconoscimenti…
Non mettete il carro davanti ai buoi come fanno in molti oggi, imparate prima ad amare e poi a fotografare. 🙂
In fondo tutti oggi possono comprarsi una buona macchina fotografica e mettere la parola “Wedding Photographer” sul biglietto da visita… 🙂 😛
Questo vale non solo se volete essere dei buoni fotografi di matrimonio ma per qualsiasi lavoro vogliate fare…

Contattatemi

 

Per il vostro fotografo di matrimonio sul lago di Como: Contattatemi  qui il mio Portfolio.

 

Se state, poi,  muovendo i primi passi della vostra carriera di fotografi di matrimonio è meglio iniziare per gradi, si sognare il lago di Como e Villa Balbianello va bene ma fatevi piano le ossa imparate a tirare fuori il meglio in un piccola pizzeria di paese… Tenete duro e imparate a raccontare storie d’amore… Così diventerete anche degli story teller… 🙂
Infine una altra cosa importante il fotografo che vi accompagna deve essere sulla vostra stessa lunghezza d’onda in modo che le vostre foto possano amalgamarsi in un unico stile, meglio ancora se vi volete bene e vi stimate in modo da poter contare l’uno sull’altro.